… e le sculture invisibili di Boyer Tresaco

Due settimane fa ho pubblicato un articolo inerente una delle notizie più dibattute degli ultimi tempi, quella relativa alla vendita della scultura invisibile Io sono di Salvatore Garau per una somma vicina ai 15 mila euro. Nell’attuale silenzio artistico, l’evento ha provocato parecchio chiasso : da più parti, infatti, si sono levati fischi d’indignazione, nonché … More … e le sculture invisibili di Boyer Tresaco

La partita a scacchi tra Eve Babitz e Marcel Duchamp

E lì si ritorna, e lì cade l’occhio, a quella stramba giornata dell’autunno 1963 nell’assolata California, all’epoca in cui Jack Kerouac non era ancora del tutto sfatto dall’alcol e i Beach Boys cavalcavano l’onda del successo con il loro Surfin’ USA. Il baricentro dell’arte contemporanea si era da poco spostato da Parigi a New York, … More La partita a scacchi tra Eve Babitz e Marcel Duchamp

La scultura invisibile di Salvatore Garau

Forse un passo decisivo per la sperimentazione artistica contemporanea, o forse l’ennesimo espediente finalizzato a far chiasso. Certo che la vendita di Io sono, creazione dell’artista sardo Salvatore Garau, non poteva lasciare il pubblico indifferente : battuta all’asta il 18 maggio scorso per una somma prossima ai 15 mila euro è nientemeno che una scultura invisibile. … More La scultura invisibile di Salvatore Garau

Il Vaticano, Alessia Babrow e il francobollo della discordia

La faccenda è scaturita ormai più di un anno fa, ma credo che ce la tireremo dietro ancora un bel pezzo. Era in occasione della Pasqua 2020 che la Città del Vaticano faceva produrre dal proprio ufficio filatelico un francobollo che si scostava nettamente dalla tradizione. Invece delle abituali immagini di papi, santi ed edifici … More Il Vaticano, Alessia Babrow e il francobollo della discordia