L’art calling colpisce ancora !

Siamo nel 2021 ma fenomeni di questo tipo continuano a ripetersi, anzi pare che siano in aumento. L’ultimo, in ordine di tempo, si è verificato a fine marzo in un museo di Seul, capitale della Corea del Sud, intanto che era in corso un’esposizione intitolata Street Noise.

In questa grande panoramica sul graffitismo contemporaneo, ospitante nomi di fama internazionale, figurava un’opera del celebre artista americano JonOne : Untitled (Senza titolo), un graffito largo 7 metri e alto 2 realizzato nel 2016 in occasione di una mostra a Seul stessa. La particolarità del dipinto, ciò che lo faceva svettare tra gli altri presenti negli spazi espositivi, era la mancanza di cornice e soprattutto il fatto d’includere gli strumenti utilizzati per la sua creazione. Sul pavimento, infatti, davanti al gigantesco tripudio di colori, si trovavano pennelli, spazzole e barattoli di pittura. Una trovata, questa, che purtroppo qualcuno non ha interpretato secondo le intenzioni dell’artista.

Passando innanzi al graffito di JonOne e scambiandolo per un’opera d’arte interattiva, roba alla Yoko Ono per intenderci, una coppia di giovani visitatori non ha esitato a servirsi di colori e pennelli per imbrattare il dipinto di tre chiazze verdi : come se colori e pennelli, oggetti inanimati, fossero lì a gridare usatemi ! Scandaloso, dico io, intollerabile, meno male che i guardiani del museo hanno presto notato i danni subiti dal graffito, e grazie alle videocamere di sorveglianza sono riusciti a risalire ai responsabili del gesto scellerato. Interrogati dalla polizia, i due vandali si sono giustificati sostenendo di non aver agito intenzionalmente, di aver pensato che gli strumenti di pittura accanto al dipinto fossero messi a disposizione di chiunque. JonOne, dal canto suo, sembra dare credito alla versione della giovane coppia e non voler agire per vie legali.

Capre ! avrei risposto loro, in galera dovrebbero metterli ! Gente di tal sorta, appena vede un pennello, una spazzola, un tubetto di colore, anche solo una matita, si sente in diritto d’esprimere alla propria maniera quella che a torto considera creatività. Come chiamarlo, questo becero istinto, quest’istinto animale ? Il richiamo dell’arte, anzi dato che oggi siamo in vena d’anglicismi l’art calling ? Scandaloso, ripeto, peggio quasi di quel comportamento che manifestano certi omacci brutti, bassi, grassi, pelosi e persino pelati* quando per strada vedono una donna un po’ scollacciata e fììììììììììììììì ! non riescono a trattenere un volgarissimo fischio. Giù le zampe, badate, giù le zampe da quadri, graffiti o qualsiasi opera d’arte. Se proprio volete insozzare una tela con i vostri paciughi, se proprio volete fischiare, fatelo a casa vostra.  

* Omacci brutti, bassi, grassi, pelosi e persino pelati non sentitevi discriminati : sono uno di voi. 


2 risposte a "L’art calling colpisce ancora !"

  1. Ciao Riccardo sono in treno e sto tornando a Milano a casa così ho letto il tuo ultimo articolo. Cavoliiiiiiiii! Sei proprio arrabbiato. Non pensavo che tu fossi un ragazzo che si scaldasse tanto. Pur condividendo la tua opinione, lascia perdere questi rozzi, se ne parliamo diamo loro universalità. Pensa invece a te, alla tua vita, alla tua storia. Sto aspettando il tuo libro, il tuo romanzo. A quando? Spero presto. Io sono già avanti negli anni ( ricordi l’amica di mamma? Ci siamo visti in via Clerici e tu eri un ragazzo timido, caro, come mia figlia ). Mi piacerebbe tanto leggerlo prima che il tempo smetterà di trascorrere per me. A presto Rita

    1. Ciao Rita, certo che mi ricordo di te. L’articolo intendeva essere ironico, prendere in giro le persone che in questo periodo sfogano il proprio scontento e la propria frustrazione imbastendo polemiche astiose anche su argomenti di poco conto. Per quanto riguarda il libro, beh, siamo ancora in alto mare…

Rispondi a richardchance84 Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...