Deborah de Robertis come mamma l’ha fatta

Non è veramente una novità, ma io queste cose sono sempre l’ultimo a saperle. Circa un anno fa, nel gennaio 2016, l’artista lussemburghese Deborah de Robertis è stata arrestata a Parigi per atti osceni in luogo pub(bl)ico. All’interno del Museo d’Orsay, proprio davanti al celebre dipinto Olympia del pittore francese Édouard Manet, la giovane artista posava nuda nello stesso atteggiamento della donna ritratta. Una telecamera GoPro montata sulla testa della de Robertis registrava le reazioni esterrefatte dei visitatori del museo, fino a quando la polizia non ha interrotto forzatamente l’audace performance e trattenuto l’esibizionista per quarantotto ore in custodia cautelare e una notte in istituto psichiatrico.

deborah-de-robertis-olympiaNon sono pazza, non sono pazza ! già m’immagino la scena. L’artista si giustificava nei confronti delle autorità in nome dell’emancipazione femminile : la sua non era una semplice esibizione sessuale, ma il tentativo di liberare l’Olympia dal ruolo di modello offrendole un punto di vista sul Museo d’Orsay. Un punto di vista dell’Olympia sul Museo d’Orsay affinché il Museo d’Orsay assuma un proprio punto di vista sull’emancipazione. Siete convinti ? Io poco, e anche i critici (i veri critici) hanno avuto un vago sentore di trovata pubblicitaria. Non era infatti la prima volta che l’artista si lanciava in questo genere di prestazioni : una recidiva, insomma.

Nata in Lussemburgo nel febbraio 1984 da padre italiano e madre francese, Deborah de Robertis ha seguito degli studi artistici presso l’École de recherche graphique di Bruxelles e già a ventisei anni ha iniziato a farsi fotografare nelle sale dei musei in posizioni che lasciavano poco all’immaginazione. Svestita, gambe aperte, niente mutande… per farla breve si vedeva tutto. Il primo vero scandalo avveniva nello stesso Museo d’Orsay nel 2014, quando la de Robertis posava nuda davanti al famoso quadro L’origine del mondo di Gustave Courbet, divaricando con le mani il proprio organo genitale : al pubblico la scelta tra una vagina dipinta e una dal vivo. Mostrando un buco, il suo buco, la performer denunciava il buco presente nella storia dell’arte, ovvero l’assenza di punto di vista dell’oggetto guardato. Courbet dipingeva una vagina, è vero, ma nel suo quadro non si scorgeva la cavità anatomica, l’origine dell’origine, messa invece in bella mostra dalla de Robertis sulle note dell’Ave Maria di Franz Schubert.

deborah-de-robertis-origine-del-mondoUn gioco concettuale, quello dell’artista lussemburghese, accolto dal plauso dei filosofi e dall’entusiasmo femminista : squadra che vince non si cambia, deve essersi detta la de Robertis, che negli anni successivi ha proseguito con le provocazioni scollacciate – e detto tra noi la ragazza aveva i numeri per permettersele. Comparsate alla Maison européenne de la Photographie camuffata da Monica Bellucci, exploit a una mostra sulla Barbie vestita con una lunga parrucca bionda e una bella chioma pubica bene in vista… fino al fattaccio del Museo d’Orsay dell’anno scorso. Lo ripeto, la coraggiosa performance di Deborah de Robertis fatico ancora a capirla, ma non nascondo che sarei stato davvero curioso di assistere di persona allo scandaloso episodio. Certi spettacoli, si sa, è più bello goderseli dal vivo.

Annunci

3 thoughts on “Deborah de Robertis come mamma l’ha fatta

  1. Auguriamo a Deborah De Robertis il successo del coraggio, perché di coraggio si tratta nel caso di questa piacente ragazza audace e dissacratoria. Naturalmente dovrà esibire altri talenti oltre a quelli anatomici personali o riflessivi sul motivo. Attendiamo opere personali: disegno, scultura, grafica etc.etc. perché se non è da tutte fare quello che lei ha fatto, sarebbero comunque in parecchie a farlo, quello che in parecchie non son capaci invece è fare arte, ma questa è un’altra storia…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...